GUZZETTA A TRAVAGLIO: E’ BUGIA IL “FANTASMA DITTATURA”

Roma, 24 nov. – “Non mi vergogno affatto di sostenere la riforma costituzionale, oggetto della consultazione referendaria del prossimo 4 dicembre. Ritengo che il testo all’esame degli elettori sia un buon testo, che migliora significativamente lo stato delle nostre istituzioni“: cosi’ il coordinatore del Comitato Insieme SÌ Cambia, Giovanni Guzzetta, replica a Marco Travaglio.

“Le bugie hanno le gambe corte, così come l’agitazione del fantasma della dittatura.
Scomodare, come fa una sua giornalista in un articolo, oggi, addirittura l’avvento di Hitler in Germania, mi pare il segno più evidente dell’assenza di validi argomenti di merito”, prosegue Guzzetta che conclude: “Quando vorrà, Travaglio, prima del silenzio elettorale naturalmente, sono pronto, disponibile a confrontarmi con Lei per un dibattito che sia finalmente solo sul merito della riforma. Non chiedo altro. Ma non so se lei mi considererà un interlocutore abbastanza degno di meritare la Sua attenzione”.